Domanda: E’ vero che un piano cottura a induzione crea molta più condensa di un piano cottura a gas e che è necessario avere una cappa aspirante molto potente ?

Risposta: Non è vero che un piano cottura a induzione generi più condensa rispetto a un piano cottura a gas, né che richieda una cappa significativamente più potente rispetto a quella necessaria per un piano cottura a gas.

Il vapore in realtà si diffonde facilmente anche senza la presenza della fiamma dei piani cottura a gas e con la cappa spenta. Quando si utilizza un piano cottura a gas, oltre al vapore prodotto dal cibo in cottura, si aggiunge anche quello derivante dalla combustione. La differenza principale è che, con l’uso del gas, l’aria riscaldata dalla fiamma mantiene il vapore a una distanza maggiore dal punto di condensazione.

Il nostro moderatore Tyco a pubblicato un interessante filmato a riguardo:

Testimonianza dal forum:

“Con la mia cappa economica, non ho mai avuto problemi di condensa e soprattutto non ho notato differenze peggiorative dal passaggio da gas ad induzione, anzi, con l’induzione ad esempio, grazie alla maggiore precisione, dopo aver portato in ebollizione l’acqua per cuocere la pasta, proseguo la cottura a coperchio chiuso, utilizzando livelli di potenza molto bassi (intorno al livello 3). Spesso spengo addirittura la cappa dopo aver chiuso il coperchio…”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *