Domanda: Sono portatore di Pacemaker, posso usare i piani cottura a induzione elettromagnetica o corro dei rischi ?

Risposta: Sì, è possibile utilizzare i piani cottura a induzione, ma è consigliabile consultare il proprio medico e osservare alcune precauzioni.

Come indicato nell’articolo “Il piano cottura a induzione è pericoloso per la salute ? E’ vero che emana radiazioni elettromagnetiche pericolose ?“, ogni dispositivo elettronico, sia alimentato a corrente che a batteria, come ad esempio uno smartphone, un microonde o un asciugacapelli, genera un campo elettromagnetico di varia intensità. Di conseguenza, questa caratteristica è comune a tutti i dispositivi elettronici e non esclusiva dei piani cottura a induzione, contrariamente a quanto alcuni pensano.

L’illustrazione sottostante mostra come l’intensità dei campi elettromagnetici diminuisca progressivamente all’aumentare della distanza dalla fonte. Inoltre, l’analisi dei dati, evidenzia chiaramente che dispositivi come un comune asciugacapelli o un rasoio elettrico generano un campo elettromagnetico più intenso rispetto a un piano cottura a induzione.

grafico intensità campo elettromagnetico

L’illustrazione sopra riportata è stata prelevata dal sito Electrolux.ch: Link a documento

I portatori di pacemaker, quali precauzioni devo adottare nell’uso di un piano cottura a induzione ?

Di seguito riportiamo alcune linee guida:

European Heart Rhythm Association consiglia:

Piano a induzione e Pacemaker: “È possibile utilizzare un piano a induzione, ma è necessario mantenere una distanza di 50 cm tra il piano e il dispositivo quando il piano è in funzione” .

È importante evidenziare che la European Heart Rhythm non si limita a valutare il rischio dei piani cottura a induzione per i portatori di pacemaker, ma fornisce anche linee guida su altri dispositivi, come ad esempio gli smartphone:

“Smartphone e Pacemaker: È possibile utilizzare un telefono cellulare o uno smartphone, ma bisogna cercare di mantenere una distanza di 15-30 cm tra il dispositivo impiantato e il telefono. Gli smartphone più recenti possono essere dotati di un magnete potente (come l’iPhone 12+), in grado di disattivare alcune funzioni dell’ICD se tenuti direttamente sopra il dispositivo”.

Nelle linee guida rilasciate dall’Ufficio Federale della Sanità Pubblica Svizzero (UFSP) – Bundesamt für Gesundheit (BAG) e Dipartimento federale dell’interno Svizzero (DFI) Eidgenössisches Departement des Innern (EDI), viene riportato:

“Alcuni studi hanno analizzato l’influenza esercitata dalle cucine a induzione sui dispositivi elettronici impiantabili [3,79]. Non è escluso che i campi magnetici di dispersione generati dalle cucine a induzione possano avere a breve distanza un’influenza sui dispositivi medici elettronici impiantati nel corpo umano, come dimostrato per i pacemaker unipolari [3]. Per questi ultimi vanno considerate anche le correnti derivate. Ai portatori si consiglia di evitare di toccare a lungo le pentole e di non utilizzare mestoli in metallo [3]. Le persone con dispositivi elettronici impiantabili dovrebbero attenersi scrupolosa mente alle avvertenze di sicurezza del fabbricante e discutere con il proprio medico dell’opportunità di usare una cucina a induzione. Utilizzando correttamente tali cucine, la probabilità che esse possano provocare un disturbo del dispositivo impiantato è pressoché minima”.

Secondo Medtronic, azienda specializzata in fabbricazione di apparecchiature medicali, la distanza minima tra dispositivo cardiaco e piano cottura induzione è pari a 60 cm.

Medtronic ha altresì pubblicato un elenco delle distanze consigliate tra dispositivo cardiaco e alcuni prodotti elettronici di uso comune.

Medtronic ha definito dispositivi con rischio minimo, per i quali è bene rispettare una distanza minima di circa 15 centimetri tra l’oggetto ed il dispositivo cardiaco: Asciugacapelli, Aspirapolvere, Base di ricarica spazzolino elettrico, Casse acustiche, Elettrodomestici per la cucina, Macchina da cucire, Rasoio elettrico con cavo, ecc..

L’elenco completo dei dispositivi può essere visionato al seguente link: https://www.medtronic.com/it-it/pazienti/guida-elettromagnetica/casa-svaghi.html

Secondo alcuni produttori di piani cottura a induzione, tra cui AEG, Electrolux e Samsung, per i portatori di pacemaker e di protesi cardiache, è necessario mantenere una distanza minima di 30 cm tra la parte superiore del corpo e le zone di cottura quando l’apparecchiatura è in funzione.

In linea di massima, possiamo concludere “ufficiosamente” che per un portatore di pacemaker o protesi cardiache, è consigliabile mantenere una distanza minima di sicurezza compresa tra 60 cm e 30 cm tra la parte superiore del corpo e le zone di cottura quando l’apparecchiatura è in funzione.

Cosa riportano i vari produttori di piani cottura a induzione nei manuali dei loro prodotti ?

Informazione reperita nel manuale del prodotto: AEG IKE64683FB

I portatori di pacemaker devono mantenere una distanza di almeno 30 cm dalle zone di cottura a induzione quando l’apparecchiatura è in funzione.

Ariston

Informazione reperita nel manuale del prodotto: ARISTON HB 4860C CPNE

Le persone con un pacemaker o un dispositivo medico simile devono prestare attenzione quando si trovano in prossimità di questo piano di cottura a induzione mentre è acceso. Il campo elettromagnetico può influenzare il pacemaker o un dispositivo simile. Consultare il proprio medico o il produttore del pacemaker o un dispositivo medico simile per ulteriori informazioni sui suoi effetti con i campi elettromagnetici del piano di cottura ad induzione.

Informazione reperita nel manuale del prodotto: BOSCH PXV831HC1E

Se avete un apparecchio medico impiantato attivo (pace-maker o defibrillatore), consultando un medico accertatevi che questo rientri sia nella direttiva 90/385/CEE del Consiglio dell’Unione Europea del 20 giugno 1990, sia in EN 45502-2-1 che in EN 45502-2-2 e che sia stato selezionato, impiantato e programmato in maniera conforme a VDE-AR-E2750-10. Se tali requisiti vengono soddisfatti e vengono utilizzati utensili non metallici e stoviglie senza maniglie metalliche, l’utilizzo conforme di questo piano di cottura a induzione non presenta alcun pericolo.

Informazione reperita nel manuale del prodotto: BEKO HII98810NT

Poiché i piani cottura ad induzione creano un campo magnetico, posso provocare impatti dannosi alle persone che usano dispositivi come pompe per insulina o pacemaker

Informazione reperita nel manuale del prodotto: Electrolux LIL63443

I portatori di pacemaker devono mantenere una distanza di almeno 30 cm dalle zone di cottura a induzione quando l’apparecchiatura è in funzione.

Informazione reperita nel manuale del prodotto: Elica Ratio 804 Plus

For people with pacemakers and active implants, it is important to check,prior to using the induction hob, that their pacemaker is compatible with the product.

Informazione reperita nel manuale del prodotto: Foster Infinito 7300 001

Non è presente alcuna nota informativa in merito ai portatori di Pacemaker.

Informazione reperita nel manuale del prodotto: Faber FCH 95 BK KL

Questi piani cottura dispongono di sistemi di induzione conformi ai requisiti delle direttive EMC e EMF e non dovrebbero interferire con altri dispositivi elettronici. I portatori di pacemaker o altri impianti elettronici devono consultare il proprio medico o il produttore del dispositivo impiantato per valutarne il grado di suscettibilità alle interferenze.

Informazione reperita nel manuale del prodotto: Gaggenau CX482101

Se avete un apparecchio medico impiantato attivo (pace-maker o defibrillatore), consultando un medico accertatevi che questo rientri sia nella direttiva 90/385/CEE del Consiglio dell’Unione Europea del 20 giugno 1990, sia in EN 45502-2-1 che in EN 45502-2-2 e che sia stato selezionato, impiantato e programmato in maniera conforme a VDE-AR-E2750-10. Se tali requisiti vengono soddisfatti e vengono utilizzati utensili non metallici e stoviglie senza maniglie metalliche, l’utilizzo conforme di questo piano di cottura a induzione non presenta alcun pericolo.

Informazione reperita nel manuale del prodotto: Hoover HIFS85MCTT

Questo elettrodomestico rispetta le normative di sicurezza per i dispositivi elettromagnetici. Tuttavia, le persone portatrici di pacemaker o altri impianti elettrici (quali pompe per insulina) possono usare questo elettrodomestico solo sotto il controllo del proprio medico, per accertarsi che gli impianti non vengano influenzati dal campo elettromagnetico. Il mancato rispetto di queste precauzioni implica il rischio di morte.

Informazione reperita nel manuale del prodotto: Miele KMDA 7876 FL-U 125

Avvertenza per persone con pacemaker: tenere presente che nelle immediate vicinanze dell’apparecchio in funzione si genera un campo elettromagnetico. La possibilità che il funzionamento del pacemaker ne risenta è molto remota. In caso di dubbi rivolgersi al produttore del pacemaker o al proprio medico.

Informazione reperita nel manuale del prodotto: NEFF T56FHS1L0

Se avete un apparecchio medico impiantato attivo (pace-maker o defibrillatore), consultando un medico accertatevi che questo rientri sia nella direttiva 90/385/CEE del Consiglio dell’Unione Europea del 20 giugno 1990, sia in EN 45502-2-1 che in EN 45502-2-2 e che sia stato selezionato, impiantato e programmato in maniera conforme a VDE-AR-E2750-10. Se tali requisiti vengono soddisfatti e vengono utilizzati utensili non metallici e stoviglie senza maniglie metalliche, l’utilizzo conforme di questo piano di cottura a induzione non presenta alcun pericolo.

Informazione reperita nel manuale del prodotto: Samsung NZ85C5047KK

Gli utenti dotati di pacemaker e di protesi cardiache devono mantenere una distanza minima di 30 cm tra la parte superiore del corpo e le zone di cottura a induzione, se accese. In caso di dubbi, consultare il produttore del dispositivo o il proprio medico.

Informazione reperita nel manuale del prodotto: SIEMENS iQ700

Se avete un apparecchio medico impiantato attivo (pace-maker o defibrillatore), consultando un medico accertatevi che questo rientri sia nella direttiva 90/385/CEE del Consiglio dell’Unione Europea del 20 giugno 1990, sia in EN 45502-2-1 che in EN 45502-2-2 e che sia stato selezionato, impiantato e programmato in maniera conforme a VDE-AR-E2750-10. Se tali requisiti vengono soddisfatti e vengono utilizzati utensili non metallici e stoviglie senza maniglie metalliche, l’utilizzo conforme di questo piano di cottura a induzione non presenta alcun pericolo.

Informazione reperita nel manuale del prodotto: smeg sia1963dg

I portatori di pacemaker o altri dispositivi simili devono assicurarsi che il funzionamento dei loro apparecchi non sia pregiudicato dal campo induttivo, la cui gamma di frequenza è compresa tra 20 e 50 kHz


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *